Frasi, citazioni e pensieri di Sir Robert Stephenson Smyth Lord Baden-Powell

Robert Baden-Powell, titolo completo Sir Robert Stephenson Smyth Lord Baden-Powell, primo barone Baden-Powell di Gilwell, noto anche come B.-P.(1857 – 1941), militare, educatore e scrittore britannico, fondatore del movimento mondiale dello scautismo.

Buona lettura:

 

Il buon senso è forse la qualità più preziosa e più valida nel carattere di una persona.

 

Cercate di lasciare questo mondo un po’ migliore di quanto non l’avete trovato

 

Il segreto di ogni sana educazione è di far sì che ogni allievo impari da sé, invece di istruirlo convogliando dentro di lui una serie di nozioni in base ad un sistema stereotipato.

 

Il servizio non è solo per il tempo libero. Il servizio dev’essere un atteggiamento della vita che trova modi per esprimersi concretamente in ogni momento.

 

Lo scopo di un campo è: a) di venire incontro al desiderio del ragazzo di vivere la vita all’aperto dell’esploratore;  b) di metterlo interamente in mano al capo reparto per un determinato periodo, ai fini di una formazione individuale del carattere e dello spirito d’iniziativa, e di uno sviluppo fisico e morale.

 

Ma il vero modo di essere felici è quello di procurare la felicità agli altri.

 

Quando guardate, guardate lontano, e anche quando credete di star guardando lontano, guardate ancor più lontano!

 

Un sorriso fa fare il doppio della strada di un brontolio. Un colpetto sulla spalla è uno stimolo più efficace di una puntura di spillo

 

Immagino che ogni ragazzo desideri rendersi utile alla sua Patria in un modo o nell’altro.
C’è un mezzo col quale può farlo facilmente, ed è quello di divenire Esploratore.

 

l campo è la parte gioiosa della vita di uno scout. Vivere fuori, all’aperto, tra montagne ed alberi, tra uccelli ed animali, tra mare e fiumi, in una parola vivere in mezzo alla natura di Dio, con la propria casetta di tela, cucinando da sé ed esplorando: tutto questo reca tanta gioia e salute, quanta mai ne potete trovare tra i muri ed il fumo della città.

 

Legge scout 
1. L’onore di un Esploratore è di essere creduto. 
2. L’Esploratore è fedele: al Re, alla Patria, ai suoi Capi, ai suoi genitori, ai suoi datori di lavoro e ai suoi dipendenti. 
3. Il dovere di un Esploratore è di essere utile e aiutare gli altri.
4. L’Esploratore è amico di tutti e fratello di ogni altro Esploratore, quale che sia il Paese, la classe sociale o la confessione religiosa cui l’altro appartiene.
5. L’Esploratore è cortese. 
6. L’Esploratore è un amico per gli animali. 
7. L’Esploratore ubbidisce agli ordini dei suoi genitori, del Capo Pattuglia o del Capo Reparto senza replicare.
8. L’Esploratore sorride e fischietta in tutte le difficoltà. 
9. L’Esploratore è economo. 
10. L’Esploratore è pulito nel pensiero, nella parola e nell’azione.

 

Sul mio onore prometto di fare del mio meglio
per fare il mio dovere verso Dio e verso il Re,
per aiutare gli altri in ogni momento
per ubbidire alla Legge scout.

 

C’era una volta, nella lontana India una grande tigre che si aggirava nella giungla in cerca di cibo. Giunse finalmente ad un luogo dove era accampato un boscaiolo con la sua famiglia, e pensò che sarebbe stata proprio una gran bella cosa di procurarsi un uomo addormentato o, meglio ancora, un piccolo bimbo grassottello per cena.

 

 

Qualcuno ha detto che ciò che manca ai giovani è un ambiente. Ebbene, noi abbiamo un ambiente da proporre loro nello Scautismo e nel Guidismo, ed è quello che Dio ha messo a disposizione di tutti: l’aria aperta, la felicità, l’essere utili agli altri. 

 

Si seguono volentieri dei suggerimenti quando se ne comprende lo scopo.

 

Anche nel peggior carattere c’è il 5% di buono. Il gioco consiste nel trovarlo e quindi nello svilupparlo fino ad una proporzione dell’80% o 90%. 

 

Anche il più grande criminale ha il cinque per cento di bontà

 

 È necessario muoversi: restare fermi non serve a nulla. Dobbiamo scegliere tra le due cose, andare avanti o restare inerti. Andiamo avanti, dunque, e col sorriso sulle labbra.

 

È solamente guardando agli obiettivi fondamentali del Movimento [scout], o agli effetti che avranno tra dieci anni le misure adottate oggi, che si possono vedere nelle loro giuste proporzioni le singole decisioni di oggi.

 

Una vita tutta dolcezza sarebbe insulsa; il sale è amaro, se preso da solo, ma quando è gustato nella pietanza, dà sapore alla carne. Le difficoltà sono il sale della vita. 

L’egoismo è la radice della tristezza.

 

La vera felicità è come il radio. È una forma di amore che diviene tanto più piena quanto più viene rivolta verso gli altri; per questo la felicità è alla portata di tutti, anche del più povero. 

 

Guida tu stesso la tua canoa, non contare sull’aiuto degli altri. Tu parti dal ruscello della fanciullezza per un viaggio avventuroso; di là passi nel fiume dell’adolescenza; poi sbocchi nell’oceano della virilità per arrivare al porto che vuoi raggiungere.
Incontrerai sulla tua rotta difficoltà e pericoli, banchi e tempeste. Ma senza avventura, la vita sarebbe terribilmente monotona. Se saprai manovrare con cura, navigando con lealtà e gioiosa persistenza, non c’è ragione perché il tuo viaggio non debba essere un completo successo; poco importa quanto piccolo fosse il ruscello dal quale un giorno partisti. 

 

L’uomo che ha uno hobby non ha mai tempo da perdere: il tempo non gli sembra mai lungo, né si lascia facilmente trascinare verso le altre attrazioni esaltate dalla stampa. Gli hobbies sono per lui una salvaguardia. 

 

Forzati sempre a vedere il contorno luminoso che si trova dietro la nuvola più tetra, e potrai affrontare con piena fiducia anche una prospettiva nera. 

 

Un buon numero di giovani si accorgono a ventidue anni di sapere praticamente tutto quello che c’è da sapere e vogliono che gli altri sappiano che essi lo sanno. Quando raggiungono i trentadue anni, si accorgono di avere ancora due o tre cosette da imparare; a quarantadue si gettano a capofitto ad imparare (cosa che io faccio ancora a 73). 

 

I libri sono i migliori amici che l’uomo possa avere. Scegli quelli che preferisci; puoi contare su di loro in ogni momento; essi possono aiutarti nel tuo lavoro, nel tuo tempo libero, nei tuoi affanni. Li hai sempre vicino, ai tuoi ordini in casa tua. 

 

È l’uomo silenzioso, quello che parla soltanto quando ha qualche cosa di veramente importante da dire, quello che viene ascoltato dagli altri.
È per loro la Sfinge.
«Sono gli uomini silenziosi che fanno le cose».

 

Precedente Frasi citazioni e proverbi sulla superbia. Successivo Frasi, citazioni e proverbi sull'egoismo e gli egoisti